L’orientamento produttivo è quello di valorizzare la variabilità ambientale (morfologia, esposizione, giacitura, origine e caratteristiche dei terreni) attraverso una serie di accoppiamenti vitigno-ambiente tali da realizzare vini dalla spiccata personalità ed originalità. In questo contesto si inseriscono i vigneti allevati a spalliera con potatura a Guyot. I vitigni adottati sono: Müller Thurgau, Pinot Nero, Sauvignon, Gewürztraminer, Chardonnay, Merlot ed altre varietà a scopo sperimentale. Le condizioni climatiche del sito consentono ai vitigni di esprimere livelli di finezza e di persistenza di assoluto valore.
..E’ importante sottolineare la particolare attenzione che viene posta da parte dell’azienda Borgo dei Posseri sull’utilizzo di prodotti fitosanitari in combinazione con trattamenti biologici e la lavorazione meccanica del sottofila, senza utilizzo di diserbanti.

L’azienda è composta da una superficie totale di circa 230 ettari, in cui ai vigneti (21 Ha) si alternano boschi, prati e pascoli. I terreni, già utilizzati per il pascolo d’alpeggio, a partire dal 2000 sono stati, trasformati in vigneto, seguendo le più moderne tecniche vitivinicole e cercando di esaltare al massimo le naturali bellezze del territorio. Si è prestata grande attenzione anche alla selezione delle giovani vigne che provengono dai migliori vivai d’Europa, il tutto con lo scopo di realizzare vini pregiati e dal carattere ben definito.

Sotto lo strato di terreno vegetale troviamo un terreno composto da sabbia limoso-argilloso moreniche compatte ricche di elementi ghiaiosi e ciottolosi sparsi. Al suo interno l’azienda è caratterizzata da appezzamenti con caratteristiche morfologiche, di giacitura e microclima diversi. La morfologia del paesaggio alterna aree più pendenti, ricoperte da bosco, a superfici più pianeggianti, in parte sistemate a terrazzi, spesso sostenuti da muretti a secco nel lato a valle.